Andrea Riccardi, già ministro per la cooperazione, all'agenzia russa RIA_NOVOSTI sull'incontro tra papa Francesco e Kirill

16 Febbraio 2016

L'incontro tra il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill e Papa Francesco, che avviene oggi a Cuba, può essere ritenuto un successo generale degli ortodossi e dei cattolici.

Lo ha dichiarato in un'intervista esclusiva con "RIA Novosti" il fondatore dell'influente Comunità cattolica di Sant'Egidio ed ex ministro italiano della Cooperazione Internazionale Andrea Riccardi.

Ha sottolineato che il Patriarca Kirill conosce tutto il mondo cristiano ed è una figura internazionale. "E' stato capace di scegliere il momento giusto per questo incontro, affinchè non fosse solo un'occasione per i fotografi, ma l'inizio di una nuova epoca. Questo è il suo merito," — ha detto il professore.

"Allo stesso modo ha dei meriti Papa Francesco, grazie alla sua visione lungimirante e aperta del mondo. L'Ortodossia russa ne è al corrente. Già a Buenos Aires era amico del metropolita Platon per l'Argentina e l'America Latina, ha preso parte a numerosi incontri con gli ortodossi", — ha notato Riccardi.

"Si tratta di due persone caratterizzate da una grande apertura e sono così intelligenti che l'incontro non resterà solo un'occasione per fotografi e giornalisti," — ha sottolineato l'ex ministro.

"Questo incontro è stato preparato lentamente per molti anni, le guide delle due Chiese hanno sempre tenuto il filo colloqui nelle loro mani" — ha detto Riccardi.
 
Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20160212/2081384/Religione-Cristianesimo-Riccardi-Vaticano.html#ixzz40K8DkjGr

Sull'incontro tra papa Francesco e il patriarca Kirill, Andrea Riccardi ha scritto un editoriale sul Corriere della Sera. LEGGI