Dall'Umbria a Roma: Andrea Riccardi si racconta

Sono nato a Roma e i miei genitori sono romani. La famiglia di mio padre invece è umbra da molte generazioni. E' una famiglia di Trevi ......
18 Maggio 2016

 A dire il vero, non sono propriamente umbro. Sono nato a Roma e i miei genitori sono romani. La famiglia di mio padre invece è umbra da molte generazioni. E' una famiglia di Trevi, installata tra gli oliveti, media borghesia di una cittadina, o piuttosto di un paese che si voleva città. Io ho sempre vissuto a Roma, eccetto un periodo di dieci anni trascorsi in Emilia Romagna, per impegni professionali di mio padre. La mia era una famiglia in origine profondamente religiosa. Uno dei miei zii, Placido Riccardi, che era un monaco benedettino, fu beatificato da Pio XII nel 1954. Ma le generazioni successive della mia famiglia hanno perduto questo rapporto particolare con il mondo religioso umbro, che per me è stata una scoperta tardiva, negli anni Settanta.

Il modello di Francesco d'Assisi mi è sembrato molto importante. Ho cominciato a leggere le "Fonti Francescane", sono stato ad Assisi. Ho conosciuto un eremo francescano fondato da una donna, legata a Ernesto Buonaiuti, sorella Maria: era un luogo di amicizia. E' allora che ho veramente incontrato Francesco.

Nasce qui la scelta per i poveri di Andrea Riccardi, che la racconta così: "Conoscevo un prete operaio che lavorava nelle baracche vicino al Cinodromo, a Ponte Marconi, ed è lì che ho cominciato a scoprire la periferia...... CONTINUA A LEGGERE

Alcune parti sono liberamente tratte dal libro "Sant'Egidio , Roma e il mondo"  colloquio di Andrea Riccardi con J.D. Durand e R.Ladous

I libri di Andrea Riccardi sono disponibili su IBS